Fisioterapia Locarno Curacell Terapie Naturali
+41-91-751.9220
Fisioterapia Locarno Curacell Terapie Naturali
Vai ai contenuti

Posturologia Curacell Terapie Naturali Locarno

Fisioterapia
Spiegazione correzione posturale visuale
CURACELL  PARAMEDICAL CONSULTING #  ERNEST SCHOENMAKER
Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. NVS, Posturologo RPG
Terapista Complementare Autorizzazione Cantonale, dipl. Heilpraktiker mit Kantonale Bewilligung
Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali
Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, ASOB, EMLA,CIES, SPV
N° CCMS :E9462.21 + U 6326.78 / N° ASCA: 5311/ N° NVS: 2660
Ufficio: via Luini 20 # CH-6600 Locarno
Tel: +41-91- 751.9220 / Tel2: +41-91-751.9223 # mobile: +41-79-685.6257 (only emergencies)
Email: ertius2002@yahoo.com   Sito: http://www.curacell.ch  /  http://www.curacel.weebly.com / http://www.curacell.altervista.com

Copyright 2002-2017 Curacell Consulting; CH-6600 Locarno
Dolori vertebrali e articolari; che fare?
Correggere lo squilibrio posturale significa trattare la causa dei sintomi !
Il 90 % degli individui ha sofferto, soffre o soffrirà di dolori alla colonna vertebrale.
Il problema dei dolori vertebrali o di origine vertebrale rappresenta una proporzione  importante dei motivi di consulto di pazienti preso il loro medico curante.
Se gli antalgici e gli antiinfiammatori possono avere effetto sul dolore o  sull'infiammazione, non ne hanno alcuno sulla causa meccanica del dolore, dove questa ü  primordiale.

Di fatto, alla luce di lavori recenti, i problemi di postura statica sembrano essere una  delle principali cause di questi dolori. Prova ne ü il fatto che l'85% dei pazienti che  seguono un trattamento eziologico (rivolta alla causa) vedono scomparire i loro dolori.
Bisogna sapere che la statica non è regolata da muscoli isolati, ma da insieme dei  muscoli: le cosi dette "catene muscolari statiche". Qualsiasi disfunzione o disarmonia di  queste catene, determinerà un problema di tono muscolare posturale.
Il piede, d'altronde, sembra svolgere un ruolo fondamentale , poiché se le carene  posturali sono aperte, tutte comunque partono comunque dai piedi, o ai piedi vanno a  finire (come è normale, per noi bipedi, in posizione ortostatica). Il piede è in qualche  modo il collegamento tra lo squilibrio e il suolo.
Il piede può pertanto essere causante, ma anche adattivo; in questo secondo caso possono  intervenire altri fattori:  cause oculari (difetto di convergenza)
disequilibri cervicali dovuti a disfunzioni di occlusione e cranio-dentali, disfunzioni  energetiche, ecc.
Gli squilibri generati si ripercuoteranno sempre, più o meno rapidamente, sulla statica  del piede, e il dolore generato su quest'ultimo sarà allora di ordine adattativo, ma  secondariamente si fisserà e perpetuerà lo squilibrio strutturale, rendendo la correzione  del piede indispensabile (senza comunque trascurare gli altri fattori).  

Conclusione: da tempo, è chiaro che trattamenti abituali di medicamenti, come anti dolorifici,  antiinfiammatori, come anche la kinesioterapia e fisioterapia, non possono essere  soddisfacenti; perché trattano le sintomi, delle conseguenze dei patologie, e non trattano  le cause.
In quanto le tecniche manipolative, terapeutiche meccaniche, che agiscono sui disordini  intervertebrali, esse non sono eziologiche se non in casi casi di blocchi traumatici (di  gran lungo o meno frequenti, e nella maggior parte dei casi, il disordine è  funzionale,  spiegando, cosi le recidive e la necessità di moltiplicare le sedute.
Potremo aggiungere tutte le metodiche terapeutiche alla moda, come l'osteopatia, la  mesoterapia, l'agopuntura, che possono anche dare il loro contributo, ma senza  intervenire, sulla causa meccanica vera e propria.
Abbiamo pertanto visto l'influenza del piede sul sistema posturale; lo squilibrio generato  indurrà perturbazioni statiche nelle tre direzioni dello spazio, al livello vertebrale,  particolare, capsulare, tendineo, muscolare, ed osteo-legamentoso.
Il riequilibrio della statica permette quindi di ottenere eccellenti risultati non solo  nei dolori, della colonna vertebrale, e in tutta la patologia  dolorosa o reumatica, ma  anche nelle deformazioni vertebrali e in patologia sportiva.

Posturologia: stop a mal di schiena e disturbi articolari

Mal di schiena, dolori articolari, alle spalle, al collo sono dovuti spesso a una
postura errata. La Posturologia, con utilizzo di solette galvaniche ideate dal
chirurgo ortopedico francese Bernard Bricot, permette di eliminare la causa dei
dolori in modo dolce e non invasivo. Ce ne parla Ernest Schoenmaker,
fisioterapista, naturopata e posturologo.

Di Cindy Fogliani

Sono trascorsi circa quarant’anni da quando il chirurgo ortopedico Bernard Bricot ha
ideato un intervento non invasivo volto a correggere la postura dei pazienti, che oggi è
insegnato in numerose università e continuamente oggetto di studio.
“Bricot si è dedicato allo studio di un approccio alternativo a causa dei risultati talvolta
deludenti ottenuti con procedure chirurgiche e ortopediche”, ci dice il posturologo Ernest
Schoenmaker. “E non c’è da meravigliarsi in quanto numerose terapie utilizzate per
combattere mal di schiena e dolori articolari, quali analgesici, antiinfiammatori,
manipolazioni, fisioterapia, chirurgia, ecc. possono portare sollievo temporaneo ma non
vanno alla radice del problema che sovente risiede in una postura errata. Per questo
motivo ci si trova spesso davanti a recidive”.
Considerato che nove persone su dieci presentano uno squilibrio posturale; in caso di
dolori alla schiena, ernia, sciatica, tendinite, dolori articolari potrebbe valer la pena
consultare un posturologo. “La posturologia è un trattamento dolce, non invasivo,
facilmente applicabile, e i primi risultati si manifestano già dopo poche settimane; questo
permette di evitare operazioni chirurgiche e farmaci”, afferma Schoenmaker.
In posturologia dapprima viene effettuato un accurato esame della postura ed in seguito è
eventualmente programmata la terapia. Questa interviene sul sistema propriocettivo, che è
un meccanismo molto sofisticato che fornisce al sistema nervoso centrale informazioni
inerenti il movimento biomeccanico del corpo e la fisiologia di muscoli, tendini e
articolazioni in relazione al movimento effettuato o da effettuare. I propriocettori più
importanti sono muscoli oculari, piedi, muscoli masticatori e mandibola, pelle e coccige.
“Se un solo propriocettore è disturbato non vi è dolore ma ci potrebbero essere incidenti
frequenti negli atleti. Quando due propriocettori sono disturbati si manifestano dolori
nell’attività fisica. Con tre o più propriocettori disturbati vi sono dolori permanenti”, spiega
Schoenmaker.
Possono creare disturbi propriocettivi “l’errore di convergenza” negli occhi, che si
manifesta in seguito a un colpo in testa (anche in tenerissima età); anomalie ai piedi, ma
anche un’occlusione dentaria difettosa e cicatrici, coccige e prima costalo bloccati. Questi
disturbi possono influire sulla posstura. Per questo il posturologo esegue teste che
permettono di individuare eventuali disturbi al sistema propriocettivo.
La terapia consiste in genere nella prescrizione di solette ortopediche galvaniche,
contenenti magneti che agiscono sulle zone riflesse dei piedi legate alla propriocezione e
sottilissimi cunei che, operando in modo riflesso, cambiano il tono muscolare posturale. Le
solette sono morbide e sottili, adatte a ogni tipo di calzatura e attività, e vanno portate
ininterrottamente per circa due anni; anche se i primi risultati, in termini di miglioramento
della postura e diminuzione o cessazione dei dolori saranno percepibili già dopo alcune
settimane di terapia.
Altri interventi sono esercizi per la muscolatura oculare; ed eventualmente la correzione di
un’occlusione difettosa dei denti con un paradente indossato la notte; il trattamento delle
cicatrici con un olio volatile che ripristina il flusso delle informazioni; l’auto manipolazione
del coccige o della prima costola.
“L’iperconvergenza oculare è presente in tutti i casi di problematiche posturali, e andrebbe
verificata sempre dopo aver ricevuto un colpo in testa, in quanto, se viene corretta entro
un anno, il correlato disturbo alla postura può essere corretto in modo semplice e
immediato; evitando future sofferenze e enormi costi. La si può facilmente diagnosticare
fissando un punto a 30 centimetri di distanza dai due occhi, e continuando a fissarlo
mentre viene avvicinato fino a toccare il naso. Se nel seguire il movimento gli occhi non
sono simmetrici, siamo davanti a un errore di convergenza. La correzione è effettuata
eseguendo appositi esercizi per due minuti due volte al giorno”.
Schoenmaker ricorda inoltre che prima di qualsiasi applicazione odontotecnica ai bambini
è importante “controllare ed eventualmente correggere la postura; perché il cambiamento
della posizione dei denti ha un impatto importante su di essa. La correzione della postura
ha a sua volta influsso sulla posizione dei denti. È stato osservato che scoliosi esistenti
peggiorano con l’applicazione di un apparecchio odontotecnico”.
“È un vero peccato”, conclude Schoenmaker, “che questo metodo non sia maggiormente
conosciuto e considerato. Permette infatti di risparmiare molte sofferenze e soldi
risolvendo le problematiche definitivamente e in modo dolce e naturale”. La posturologia è
generalmente riconosciuta dalla copertura complementare, e l’intero iter terapeutico
genera una spesa massima complessiva di circa 1'000 franchi.

CURACELL TN PARAMEDICAL CONSULTING / FISIOTERAPIA LOCARNO
ERNEST  SCHOENMAKER

Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S., Naturopata dipl. N.V.S., Posturologo RPG

Terapista Complementare autorizzazione cantonale

Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali

Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, AOBSI, EMLA, CIES

KSKn°: E 9462.21 + U6326.78

NIF 94384  /  SUVA 35-063213

Studio: via B. Luini 20 # CH-6600 Locarno

Tel: +41(91)751.9220    Fax: +41-91-751.3883

Mobile: +41(79)685.6257

E-Mail


copyright © 2000-2017
all rights reserved, tutti i diritti riservati,


Nuovo !  Staticure
2 Prodotti per la riprogrammazione posturale; la riprogrammazione della postura e la statica.
L’unico trattamento causale, non invasivo, per migliorare i dolori che vengono da sollecitazioni muscolari e da sollecitazioni articolari vertebrali.
Suole di riprogrammazione posturale © con effetto ascendente.
Azione: riflessogene, esterocezione , e propriocezione

Il processo di riprogrammazione posturale e stabilizzazione avviene attraverso:  (2) dischi che sono messi in  posizione ben precisa sotto li piedi. Sono messi in una suola piatta per tenere la loro posizione.
Ci sono due tipi:
PSP: Processo di biostimolazione
-Il processo originale attivo è concepito d’un generatore elettro galvanico il quale si carica e scarica continuamente.
SBS: Suole di biostimolazione
-Il processo originale attivo è concepito d’un generatore elettro galvanico il quale si carica e scarica continuamente.
-In più:  stabilizzatori per il tallone, indicati per scapole anteriori ( quando le spalle stanno in avanti).
Procedere:
Portando questi dischi in queste suole piatte per un periodo di 10 mesi, si fa una riprogrammazione della muscolatura posturale in quanto il tono muscolare viene equilibrato simmetricamente  correggendo cosi la postura e la statica del corpo.
Risultato: Questi diminuiscono le sollecitazioni anormali delle articolazioni e muscoli.
Staticure:
Trattamento di dolori vertebrali e articolari tramite riequilibrio immediato del sistema posturale tonico.
Connesso  l’azione delle suole di riprogrammazione posturale sulle zone riflesse del piede.

1. Indicazioni
Reumatologia, dolori funzionali, medicina dello sport, pediatria.
Senza Suole
Il disequilibrio posturale causa:
A. Contratture articolari anormali
B. Sofferenza ed usura anormale di cartilagine
C. Dolori alla schiena e articolazioni
D. Tensioni e contratture muscolari
E. Sofferenza dei tendini
F. Crepitazioni e tendinite
G. Basso rendimento sportivo
Con le suole Staticure
Il riequilibrio della postura con le suole Staticure allena:
A .Soppressione delle contratture articolari anormali.
B. Diminuzione ed eliminazione della sofferenza ed usura della cartilagine
C. Diminuzione ed eliminazione dei dolori alla schiena
D. Soppressione delle tensioni muscolari
E. Diminuzione ed eliminazione della sofferenza ai tendini
F. Assenza di crepitazioni e tendiniti
G. Aumento delle prestazioni sportive



2.Cosa fare con dolori vertebrali ed articolari ?
Il 90 % delle persone hanno sofferto, o soffrono alla colonna vertebrale.
I problemi nei dolori vertebrali o d’origine vertebrale, rappresentano una proporzione importante dei motivi delle consultazioni al loro medico trattante.

Se gli antalgici, gli antinfiammatori possono avere un’azione sul dolore o l’infiammazione, non hanno nessun azione sulla componente meccanica del dolore, o sembra primordiale.

In effetti, tramite dei lavori recenti, i problemi della statica, sembrava  essere una delle principali cause di questi dolori. La prova su questo è: 85% dei pazienti che seguono un trattamento causale (relativa alla causa)vedono sparire i loro dolori.

Si deve sapere che la statica non è regolato tramite muscoli isolati ma attraverso dei gruppi di muscoli;

“le catene muscolari posturali o statiche”. Tutte le disfunzioni o disarmonie di queste catene portano ad un problema di tono posturale.

Il piede ha un ruolo primordiale perché le catene posturali sono aperte, tutto parte e finisce nei piedi (che è completamente normale, tra i bipiedi, come noi, in posizione eretta, verticale all’orto statica). Il piede è in qualche maniera “un tratto di unione” tra il disequilibrio del corpo e la terra.



Allora il piede può essere causale, ma può anche essere addattivo; sul quale possono influire altri fattori:
-cause oculari(difetto della convergenza)

-disequilibrio cervicale causato da disfunzione della occlusione mandibolare, o cranio dentario.

-disfunzione bio-energetica ecc.

I disequilibri che sopraggiungono, affluiscano più o meno rapidamente sulla statica del piede. Il problema posturale della statica  viene coinvolto sul piede. Sarà di ordine addattivo ma secondariamente, il piede fissa il disequilibrio della statica, per la quale la correzione attraverso i piedi è indispensabile (senza nascondere gli altri fattori).

3. Analisi del disequilibrio posturale
Prima si procede ad analizzare la postura e statica del corpo.
I disturbi della statica si controllano in tre direzione spaziali / (in tre dimensioni).

-dimensione anteriore e posteriore: l’aumento o la diminuzione della curva fisiologica: la lordosi lombare e cervicale,  la cifosi toracale, avanzato o ritratto del piano scapolare,  il paragone con il piano del bacino e glutei.

-dimensione trasversale: l’equilibrio delle spalle e del bacino, questi possono essere l’origine di uno squilibrio homolaterale o contro laterale.

-dimensione orizzontale: avanzato o ritratto di una spalla o un’anca.



Questi disturbi sono nella maggior parte associati,  causano un disturbo alla statica più o meno complessa, responsabile alla diminuzione della mobilità articolare posteriori e,  l’iper-sollecitazioni muscolare e l’iper-sollecitazioni dei legamenti.

Disturbi statici abituali di destra (scrivente con la mano destra)
Vede disegno 1

Anomalie dei piedi e loro consequenze statici
Vede disegno 2

Trattare la causa è: correggere lo squilibrio posturale
Vede disegno 3


A traverso i trattamenti  abituali del tipo  fisioterapia, chinesioterapia, antinfiammatori, non possono essere raggiunti da risultati soddisfacienti: perché trattano i sintomi ma non le cause.

Con le tecniche manipolative, e terapie meccaniche trattando disturbi  intervertebrali, loro trattano la causa in caso di blocchi traumatici (sempre meno frequente)  e nella più grande parte dei casi, il disturbo sparisce e poi appare di nuovo, ciò spiega le recidive e le necessità di moltiplicare le sedute.

Possiamo aggiungere tutte le terapie alla moda: omeopatia, messo terapia, agopuntura le quali possano dare un miglioramento, ma solo il trattamento che cura la causa meccanica porta alla guarigione del paziente.



Abbiamo visto allora l’influenza del piede sue sistema posturale, il disequilibrio porta a disturbi statici in tre dimensioni,  anche a livello vertebrale, articolare, capsulare, muscolare, ai tendini ed osteo –ligamentare.

Il riequilibrio della statica da allora dei risultati eccellenti non solo per i dolori alla colonna vertebrale ma in tutto la patologia dolorosa del reuma, anche in caso di deformazione vertebrale e delle patologie sportive.

Lo scopo della riprogrammazione posturale globale è di mettere il corpo nel suo schema  d’origine, e in una statica fisiologica normale.

4 Portare le suole Staticure  SBS o PSP

Modo d’uso

Le suole devono essere portate tutto il giorno e tutti giorni dentro le scarpe, sia nelle scarpe da sport che anche nelle pantofole, con il rilievo sopra (colore grigio sopra), per un periodo di 10 a 12 mesi.

Dentro le scarpe aperte d’estate, è possibile fissare le suole con un doppio collante, o delle pastiglie di velcro  autoadesive. La stimolazione riflesso permette d’agire in assenza della pressione anche in posizione seduta. Le suole sono lavabili e impermeabili. Se vuole tagliare le sue suole, tagliate unicamente la parte anteriore.


Evoluzione e andamento
La durata della correzione é generalmente di 10 mesi durante la quale devono essere portate dalla mattina, quando si alza, fino alla  sera quando si va a letto . Alla fine di questo arco di tempo (di 10 mesi), e  quando la convergenza degli occhi è in ordine (non dimenticare gli esercizi per la convergenza: 2 x al giorno 2 minuti), si possono svezzare le suole progressivamente: portando le suole un mezz’ ora alla mattina e 2 ore alla sera, per due anni. In caso di sforzi intensivi: attività sportive, traslochi, giardinaggio, giornata  fai-da-te, mettere le suole durante questi sforzi o qualche ora dopo.


La fornitura può solo aver luogo dopo un attenta esame della postura che dura +/- 90 minuti presso il nostro istituto. Oppure dopo la raccolta e invio dei dati della postura dei piedi, ginocchi, bacino, e schiena parte latterale, tramite mezzi visuali p.e. foto.


Durante questo trattamento, fatevi controllare regolarmente dal vostro terapista, il quale vi solleverà se necessario d’ostacoli o da blocchi.




copyright © 2006 all rights reserved, tutti i diritti riservati,

FISIOTERAPIA LOCARNO

ERNEST  SCHOENMAKER

Fisioterapista dipl. e ric. C.R.S.

Terapista Complementare autorizzazione cantonale

Consulente ind. per tecnologie fisicali & para-medicali

Membro: NVS, ASCA, IMA-BRT, AOBSI, EMLA, CIES

KSKn°: E 9462.21 + U6326.78

NIF 94384  /  SUVA 35-063213

Studio: via B. Luini 20

CH-6600 Locarno

Tel: +41-91-751.9220    Fax: +41-91-751.3883

Mobile: +41-79-685.6257E-Mail: clicca quiper inviare un messagio









Dopo l'ordinazione abbiamo bisogno le seguente informazioni per poter individualizzare le suole:
1.Una foto vga Jpeg della schiena parte posteriore a un distanza di più meno 150 cm
2.Una foto vga Jpeg della schiena parte laterale a un distanza di di più meno 150 cm
3.Una foto vga Jpeg dei piedi parte posteriore a un distanza di di più meno 150 cm
4.Una foto vga Jpeg delle gambe parte posteriore con le ginocchie legermente in contatto, anche a una distanza più meno di 150 cm.
5.Una foto vga Jpeg della gamba sinistro con la gamba destra alzata, anche a una distanza più meno di 150 cm.
6.Una foto vga Jpeg della gamba destra con la gamba sinistra alzata, anche a una distanza più meno di 150 cm.
Vede le esempi qui sotto:

Suole di riprogrammazione posturale e statica
Suole di riprogrammazione posturale e statica
233.32€
Aggiungi
Correzione Posturale solette podologia
FISIOTERAPIA "LOCARNO" / CURACELL TN PARAMEDICAL via B. Luini 20 Locarno
Torna ai contenuti